Alimentazione corretta per la salute di cane e gatto

La vita dei nostri animali domestici si è allungata grazie al migliore stile di vita: cure e alimentazione sono fondamentali per la loro salute.

Cosa mangia il mio animale domestico?

Contributo foto: Crepessuzette – Pixabay

Cibo e salute per Fido e Micio

Ogni proprietario di animali domestici sa che la salute di questi amici dipende in modo direttamente proporzionale da ciò che mangiano: la prima causa di molti problemi se non di patologie più gravi è proprio l’alimentazione scorretta.

Cibi da materie prime non selezionate, appetizzanti, determinati conservanti e additivi, eccessivo carico proteico, sbilanciamento vitaminico, sono variabili che determinano una dieta scorretta con conseguenze sulla salute dei nostri animali. In sostanza come per noi umani anche per l’animale domestico la dieta è una cosa seria.

Certo una volta non c’era tutta questa attenzione verso l’alimentazione di cani, gatti & co. e non esisteva un’industria mangimistica dedicata ma questi animali avevano una vita media molto più corta. Oggi un gatto arriva a 22 anni, un cane a 16! Ovvio che le condizioni generali di vita, quindi una maggiore attenzione a cure e alimentazione, hanno determinato questo allungamento della vita. Esattamente come per noi umani.

La corretta alimentazione va vista sotto un duplice aspetto: la qualità del cibo e il bilanciamento del fabbisogno dei nutrienti che dobbiamo garantire con la dieta.

Il cibo per cani e gatti è sicuro in Italia

Contributo foto: Antranias-Pixabay

Crocchette sicure per cani e gatti

Con lo sviluppo del settore mangimistico dedicato agli animali domestici è sorta l’esigenza di regolamentare produzione e commercializzazione non solo del mangime ma anche della produzione, lavorazione e impiego delle materie prime in esso utilizzate.

Come spesso noi di Emporio sottolineiamo l’Europa ha sancito norme severe che regolano il settore per alimenti destinati ad animali domestici. L’Italia ha emanato ulteriori norme a garanzia della salute dei nostri amici di pelo e di piuma.

Paesi extra-europei come gli Stati Uniti invece non hanno bandito tutti questi elementi da noi vietati che pertanto è possibile ritrovare nella composizione degli alimenti e non sempre chiaramente indicati in etichetta.

Per esempio, con i D.M. 22.02.73 e 14.04.83 in Italia non si ammettono gli antiossidanti idrossibutiltoluene (BHT), idrossibutilanisolo (BHA) ed etossichina nella preparazione e conservazione degli alimenti destinati all’uomo ma non vengono utilizzati nemmeno nella produzione dei mangimi per gli animali domestici.

Il sovrappeso negli animali domestici

Contributo foto: eminens-Pixabay

L’alimentazione corretta per gli animali domestici

Per il tuo animale domestico puoi scegliere una dieta casalinga, che richiede un aiuto del veterinario per garantire che abbia il corretto apporto nutritivo di proteine, vitamine, ecc.

Puoi scegliere il cibo industriale, che ha il vantaggio di essere completo (indicazione obbligatoria in etichetta), ossia garantisce il corretto apporto nutritivo se somministrato nelle dosi indicate dal produttore sulla confezione. Inoltre il cibo industriale (sia crocchette che umido) viene integrato con principi nutritivi che aiutano a contrastare la formazione di radicali liberi, o che aiutano le articolazioni, o la funzione intestinale, o altri specifici obiettivi di salute.

Facciamo attenzione a cosa mangia l'animale domestico

Contributo foto: jaygeorge-Pixabay

L’obesità di cane e gatto: un problema di questi tempi

Come per noi umani, l’obesità è diventato un male moderno che affligge anche gli animali domestici.

L’eccesso di cibo o una alimentazione sbilanciata insieme ad una vita più sedentaria portano inevitabilmente all’aumento di peso che ha dirette conseguenze su fegato e reni.

Per contrastare il sovrappeso del tuo animale domestico devi fare attenzione alle dosi dei pasti: nei cibi industriali sono indicate nella confezione, per la dieta casalinga dovrai farti aiutare dal veterinario.

Il cibo che “cade” dalla tavola, lo snack fuori pasto, sono da evitare perché alterano l’equilibrio dietetico esattamente come i nostri spiluccamenti fuori pasto, gli aperitivi, le merendine, ecc.

Inoltre nel nostro cibo c’è il sale che agli animali domestici, soprattutto con problemi cardiaci, non fa bene e viene limitato negli alimenti specifici per loro.

Soprattutto i gatti soffrono di calcoli renali, per loro è indicata un’alimentazione che acidifica le urine e aiuta a sciogliere i calcoli e che abbia un ridotto apporto di magnesio.

In commercio trovi le diete veterinarie create per aiutare gli animali afflitti dalle patologie più comuni.

Un’altro problema conseguente al sovrappeso che affligge spesso i gatto è il diabete: sterilizzazione, vita in casa, troppo cibo sono le cause comuni del sovrappeso nel gatto. E il sovrappeso altera i livelli di insulina nel sangue portando al diabete.

La salute degli animali domestici e quello che mangiano

Contributo foto: Gellinger-Pixabay

Alimentazione sana e movimento

Non ci sono regole strane per preservare la salute del tuo cane o del tuo gatto: devi solo seguire le stesse regole che segui tu per la tua salute.

Cibi sani, corretto apporto nutritivo, movimento. Se il tuo animale domestico si muove poco avrà un fabbisogno minore rispetto al cane o al gatto che vivono all’aperto. Se è afflitto da una specifica patologia dovrà assumere una dieta altrettanto specifica.

Parla con il tuo veterinario per sapere quali alimenti evitare e tieni presente che “se lo mangio io può mangiarlo anche lui” non va bene se il “lui” è un animale domestico.

Passa in Emporio! Troverai le diete di mantenimento e le diete veterinarie solo di aziende italiane per cani gatti & co.

 

Contributo foto di copertina: Engin_Akyurt-Pixabay

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.