L’estate con i nostri quattrozampe

Con la bella stagione arriva anche il caldo, e il caldo nasconde le sue insidie. Pertanto con i nostri quattrozampe dobbiamo attenerci agli stessi accorgimenti che preservano la nostra salute: con Fido evitiamo le ore più calde per fare attività all’aperto soprattutto se è richiesto l’utilizzo della museruola che limita fortemente la corretta ansimazione, manteniamo gli ambienti dove soggiorna il cane o il gatto ben ventilati e assicuriamo loro la ciotola di acqua fresca.

Il colpo di calore infatti è sempre dietro l’angolo non solo per noi! Nelle giornate particolarmente calde possiamo rinfrescarli bagnando loro orecchie e zampe e creare un giro d’aria nell’ambiente e se stiamo all’aperto ricordiamoci che anche i quattrozampe a manto chiaro sono più sensibili ai raggi solari proprio come le persone con la pelle chiara. Esistono specifiche protezioni solari per ovviare al problema: con il proprio veterinario si potrà stabilire se sia il caso di utilizzare un prodotto ad hoc.

Se si decide di partire con i nostri amici che affrontano il viaggio per la prima volta ricordiamo che molti di loro soffrono il mal d’auto e pertanto è consigliabile far prendere confidenza con il mezzo per tempo: in principio con la macchina ferma in modo che famigliarizzino con l’ambiente, poi con brevi spostamenti per valutare la reazione, e farsi consigliare dal proprio veterinario sull’opportunità di somministrare un farmaco preciso contro la cinetosi. Ne esistono anche a principio attivo vegetale e alcuni richiedono di cominciare il trattamento qualche tempo prima del viaggio. Quindi non prendiamoci all’ultimo momento! Durante il viaggio sono importanti le soste: per gli stessi motivi che le rendono consigliabili anche per noi e cioè sgranchirsi le gambe, bere, mangiare e “andare al bagno”. Durante il viaggio non devono essere cambiate le abitudini alimentari.

Infine, paese che vai parassita che trovi: con i primi caldi i parassiti si risvegliano (alcuni non sono mai andati in letargo) ed è consigliabile iniziare la profilassi che verrà protratta sino ai primi freddi. In particolar modo per Fido dovremo provvedere con il veterinario alle vaccinazioni necessarie contro la filariosi ed eventualmente a quelle richieste nei paesi esteri dove si deve andare. In Italia ricordiamo che al Nord è imperante la zanzara che è vettore della filaria cardiopolmonare mentre al Sud prevale il rischio di leishmaniosi malattia che può avere esiti mortali e trasmessa dai pappataci. Quindi facciamo attenzione ad utilizzare l’antiparassitario appropriato.

E se facciamo le vacanze all’estero? In Europa è obbligatorio il passaporto per gli animali da compagnia ( cani, gatti e furetti) che si richiede al Servizio Veterinario della propria Asl. Nel passaporto verrà indicata la parte del corpo dove il veterinario autorizzato avrà iniettato il microchip identificativo e il suo numero di serie. Verranno inoltre indicati i dati anagrafici del proprietario dell’animale, le eventuali vaccinazioni effettuate all’animale e obbligatoriamente la vaccinazione antirabbica effettuata almeno ventuno giorni prima della partenza. E 24 ore prima della partenza verrà messo il timbro che attesta le idonee condizioni di salute dell’animale.

L’Emporio non chiude per ferie, vieni a trovarci: troverai una selezione di anti-stress, ansiolitici, antiparassitari, accessori per il tempo libero e per il viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.